Trine 2

Trine 2

Piattaforme e puzzle in un magico videogame

Trine 2 è un platform game tra azione e situazioni da sbrogliare con l'ingegno. Tre personaggi uniti da uno strano vincolo, un'ambientazione fantasy per un colorata atmosfera magica davvero coinvolgente Visualizza descrizione completa

PRO

  • Avvincente mix di azione e puzzle
  • Tre personaggi intercambiabili
  • Disegno e colori accattivanti
  • Multiplayer cooperativo

CONTRO

  • Meno innovativo del primo capitolo

Eccellente
9

Trine 2 è un platform game tra azione e situazioni da sbrogliare con l'ingegno. Tre personaggi uniti da uno strano vincolo, un'ambientazione fantasy per un colorata atmosfera magica davvero coinvolgente

Trine 2 è il seguito di Trine, un titolo che aveva sorpreso pubblico e critica per originalità. Il sequel è meno innovativo del capitolo precedente ma acquista profondità nel gameplay ed è comunque capace di creare un'atmosfera unica che sarà sicuramente apprezzata dai fan del genere e non.

La storia di Trine 2

La trama di Trine 2 è uno degli aspetti meno interessanti del gioco: un cristallo incantato, il Trine, ha creato un improbabile legame tra tre personaggi: un mago (Amadeus), una ladra (Zoya) e un cavaliere (Pontius), il cui scopo è salvare il mondo.

Gameplay e multiplayer

Trine 2 è un gioco bidimensionale a scorrimento orizzontale, con piattaforme e puzzle da risolvere per procedere di livello. In ogni momento puoi cambiare istantaneamente di personaggio: ognuno, infatti, ha abilità differenti dagli altri adatte a particolari situazioni di gioco. Progredendo di livello puoi acquisire nuove capacità o potenziarne alcune già esistenti.

Il mix di azione e rompicapo è perfettamente riuscito e i puzzle si prestano spesso a più soluzioni. Trine 2 presenta anche un multiplayer che estende l'esperienza del videogame e permette di giocare con tre amici online, ognuno con un personaggio differente della triade.

L'aspetto di Trine 2

È comunque l'estetica di Trine 2 a far scoccare il colpo di fulmine con il titolo. Gli sfondi sono accuratamente disegnati e ricchi di dettagli, le tonalità, gli accostamenti cromatici e i giochi di luce sono un'autentica estasi visiva: il risultato è un'atmosfera magica e fiabesca, a metà tra il mondo di Avatar e un festival psy-trance.